Francesco Sarnà

Pugno contro pugno

Buongiorno a tutti ragazzi… In questi giorni c’è stata la festa degli innamorati, e come ben sappiamo, non tutti lo sono, ma questo non significa che solo l’amore di una coppia si festeggia ma anche l’amore fraterno e l’amicizia che ci lega e così via. Questa volta voglio raccontarvi una storia dove il protagonista si chiama “Emozioni”, e si questa è una storia che può sempre essere scritta e riscritta e non passerà mai di moda. Iniziamo subito…

Un giorno Emozioni si trovava a vagare in una stanza, pressoché vuota, una cosa che a giudicare dalla sua espressione faceva costantemente sentendosi sempre solo, e tra un vagare e l’altro inciampò e si ritrovò con gli occhi rivolti verso il soffitto e vide che in realtà non era vuoto come immaginava, ma intravide un’altra personcina che se ne stava li ad aspettare chissà che cosa, questa personcina si chiamava “Pensiero”. A quel punto, Emozioni, si rivolse verso Pensiero con molta paura e timidezza, non sapendo cosa stesse aspettando ed in quel momento, Pensiero, fece un salto giù dal soffitto e si posò sul cuore di Emozioni ed esclamò “Stavo aspettando proprio te!”. Emozioni rimase incredulo alle parole udite e a sua volta chiese il perché lo stesse aspettando, lui rispose in modo molto semplice “Un pensiero senza emozioni è come un oceano senza acqua”. Dopo quest ultima esclamazione, Emozioni si alzò in piedi e con fare fiero capì che non era mai stato solo perché con lui c’era sempre stato Pensiero, solo che non lo aveva ancora visto e Pensiero gli spiegò un po’ di cose. Ad esempio inizio subito con il dirgli che lui poteva essere un pensiero bello o brutto ma in entrambi i casi ci sarebbe stato anche l’altra metà e che quindi se Emozioni si sarebbe rattristito avrebbe potuto ugualmente trovare il modo di esprimere un sorriso. Emozioni allora disse a Pensiero, “Resta con me!” e Pensiero disse “Io ci sono sempre ma stai attento ai pensieri che scegli perché tu hai tutti i pensieri che vuoi ma non scegliere sempre quelli negativi perché con il tempo potresti perdere quelli positivi ed a quel punto le tue emozioni saranno solo tristi. La vita è dura e noi siamo gli eroi che la combattiamo ma se decidiamo di partire già sconfitti allora non avremo mai la vittoria. Un pugno contro l’altro è uno scontro che dovremo fare prima o poi ma se lo facciamo credendo nella speranza allora il nostro pugno sarà più forte ed avremo assicurata la vittoria.”

Questa è una storia ma la vita è realtà!